Test A9

Test Sony A9

 

La settimana scorsa ho avuto il piacere di partecipare ad un incontro organizzato da Sony Italia per i professionisti durante il quale è stata presentata la Sony A9 alla presenza di alcuni fotografi "Ambassador" che hanno introdotto la macchina fotografica e descritto i punti salienti della nuova ammiraglia Sony E mount.

L'evento ha avuto luogo al centro di Roma presso l'Accademia d'Armi Musumeci Greco, un posto davvero suggestivo dove Sony Italia ha organizzato una serie di esibizioni di scherma, molto interessanti per mettere alla frusta le potenzialità della macchina fotografica e delle ottiche.

Prima di provare la macchina fotografica il personale Sony Italia e gli Ambassador ci hanno mostrato una presentazione della macchina fotografica e poi una serie di scatti effettuati in ambiti sportivi dove si riuscivano a cogliere le doti velocistiche della A9.

La presentazione e le foto erano infatti incentrate sulla velocità operativa della macchina, dall'AF allo scatto con otturatore completamente elettronico che arriva a 1/32.000 di secondo, definendo un nuovo record in ambito fotografico sul mercato FF e aumentando le opportunità dei fotografi che possono così pensare di fermare l'attimo in ambito sportivo oppure utilizzare lenti con ampie aperture di diaframma anche in pieno giorno senza l'utilizzo di filtri ND.

 

Sony A9 + 70-200 GM @ 2.8

Sony A9 + 24-70 GM @ f2.8

Sony A9 + 70-200 GM @ f2.8

Sony A9 + 70-200 GM @ f2.8

Sony A9 + 24-70 GM @f 2.8

Giudizi e impressioni

 

Il tempo a disposizone è stato sinceramente poco ma la macchina fotografica mi ha stupito in maniera positiva sull'AF e la precisione oltre che sulla raffica (da usare con parsimonia solo quando realmente serve!), le ottiche usate sempre a tutta apertura si sono rivelate veloci e nitide, l'ergonomia dell'impugnatura mi è piaciuta e non mi ha fatti rimpiangere la mia SLT, il mirino è ottimo e l'ultima versione del menù è molto meno incasinata di quella del passato e nel complesso penso che questa macchina sia una scelta davvero valida per chi si occupa di fotografia per professione.

Ci sono stati però anche punti che sinceramente non mi hanno soddisfatto, il monitor posteriore e il suo articolarsi solo in verticale, la velocità di svuotamento del buffer (soprattutto a causa dei 20 fps) ma soprattutto l'incredibile impossibilità di entrare in alcune funzioni del menù, oltre all'impossibilità di registrare un video mentre il buffer si sta scaricando ( in ambito fotogiornalistico è molto utile), questi ultimi purtroppo sono problemi che conosco bene perchè affliggono anche le SLT ma non capisco come Sony non riesca superarli se vuole puntare ai professionisti.

Per il resto la resa complessiva della macchina mi è piaciuta e ho riscontrato funzionalità che in ambito Sony si prendono ormai per scontate come l'Eye-AF o il poter scattare raffiche a 20 fps anche a 1/60 di seconod che nelle attuali reflex semplicemente non esistono o non possono essere mai implementate a causa dello specchio.

Spero di poterne provare una per un perido maggiore e poterne definire meglio pregi e difetti.

 

 

E la A7RIII?

 

l'ho provata davvero per poco tempo, ho giocato un pochino con il menù ed aveva il tasto AF-on attivato che sinceramente non mi piace ma c'è da dire che non ho mai scattato in questa modalità quindi direi che è normale rimanere leggermente spiazzato.

La velocità dell'AF in inseguimento è chiaramente inferiore, mi è sembrata simile a quella della A99II, anche se ha perso qualche volta il soggetto, cosa che con la A9 non mi è mai successo (l'AF per entrambi era impostato con AF aggangiato al soggetto dal punto centrale).

Le lenti che ho provato hanno dato dei risultati più definiti sulla A7RIII nonostante siano state utilizzate a f2.8, l'assenza del filtro AA si fa sentire anchese ci sono di mezzo 42 megapixel.

L'esemplare che ho provato non aveva il vertical grip e sinceramente non potrei mai utilizzarla senza, con le mie mani ho praticamente due dita senza grip, troppo scomoda per me.

Qualche scatto

 

Come prima cosa Sony Italia ci regala un ottima Scheda SD HC II da 32 GB con cui fare i nostri test e poter sfruttare al meglio la macchina, poi si passa alla scelta del corpo e delle lenti, a disposizione c'erano le A9 e le A7rIII (con quest'ultima ho fatto qualche scatto sul finale e metterò alcune sensazioni alla fine dell'articolo) mentre per le lenti potevamo scegliere tra il 24-70 GM, il 70-200GM e il 100-400 GM.

La sala molto bella in un palazzo del 400 non dava molto spazio per muoversi quindi ho incominciato con il 24-70 rigorosamente fisso a TA, la luce a disposizione non era molta e a 1/200 di secondo ero già a 2500 iso, purtroppo la scherma è uno sport molto veloce quindi sono stato costretto ad utilizzare tempo attorno 1/400 con iso che andavano dai 5000 in su. Nonostante abbia alzato i tempi le azioni erano velocissime e molto vicine quindi l maggior parte delle foto risulta mossa nei punti di maggiore velocità ma quello che mi interessava era capire come lavorava l'AF. La scherma produce dei movimenti impossibili da predeterminare, i ragazzi si muovevano in maniera repentina avanti e indietro, facevano affondi e salti e l'AF non ha mai perso i soggetti, inseguendoli ad una velocità incredibile. Sono personalmente abituato a lavorare con la A99II di cui non mi sono mai lamentato proprio per l'ottima velocità dell'inseguimento e in passato ho avuto modo di lavorare con le ammiraglie Nikon ma qui siamo su un livello diverso. La velocità e la precisione sono chiaramente superiori nonostante i soggetti siano anche difficili da seguire perchè le maschere tolgono l'aspetto "umano" ai soggetti infatti spesso la macchina puntava il fuoco sulle spalle piuttosto che sulla maschera ma capisco anche che è impossibile definire un viso e quindi al contrario del calcio, dell'atletica, del tennis e di qualsiasi altro sport, alcune foto non avevano il fuoco dove volevo ma qui entra in gioco anche la professionalità del fotografo ed io personalmente non avevo mai fotografato la scherma e andrebbe rivista l'area AF da utilizzare.

 

Rispetto alla A99II la A9 risulta più piccola ma devo dire che con quest'ultima evoluzione l'impugnatura è migliorata davvero molto, inoltre l'esemplare da me testato era provvisto di vertical grip e con il 24-70 e il 70-200 non ho mai trovato la macchina sbilanciata o stancante da tenere in mano (ho anche le mani grandi!). La posizione dei tasti mi è sembrata buona e la qualità dei materiali e dell'assemblaggio assolutamente ottima, quindi nonstante le dimensioni ridotte non ho mai provato sensazione di fragilità nel tenerla in mano. Il mirino è ottimo, anche se io mi trovavo già bene con quello della A99II, e il monitor mi è sembrato solido, unica pecca il sistema di snodo estremamente più vincolato rispetto a quelle dell'A mount, un vero peccato.

 

Durante la dimostrazione di scherma ho testato i famosi 20 fps senza blackout, a livello fotografico sono una goduria incredibile, riuscivo infatti a seguire un intera scena di vari secondi come fosse un filmato e grazie all'immenso buffer a disposizone (ho scattato tutto il tempo in Raw compresso tranne qualche scatto in Jpeg) non ho mai avuto problemi di rallentamento della raffica, ma mi sono reso conto che, nonostante la presenza del finto rumore di scatto, la velocità con cui si riempie a scheda è preoccuppante e i 32 GB sono finiti in meno di 20 minuti di scatti.

E i jpeg? ho fatto qualche test al volo impostando i jpeg "extra fine" che hanno prodotto file tra i 12 e i 15 MB, sono tutti ad alti iso ed hanno secondo me una buona resa soprattutto ridimensionati per ambito fotogiornalistico/sportivo, poi ho fatto qualche scatto in "fine" che produce invece file tra i 6 e gli 8 MB che risultano altrettanto buoni. I dettagli, anche guardando la foto al 100% ci sono nonostante non ci siano scatti sotto ai 2000 iso, ovviamente sono risultati decisamente inferiori a quelli che si possono ottenere con un Raw ma per lavorare vanno benissimo.

 

Sony A7RIII + 70-200GM @f 2.8

Sony A7RIII + 70-200GM @f 2.8

FGR foto

WEDDING

PORTRAIT

FAMILY

NEWBORN

 

http://www.fgrfoto.it

 

info@fgrfoto.it

 

Instagram: fgrfoto

 

 

Via Antonio Serra 134

 

00191 Roma

 

+ 39 329 328 95 83

 

Copyright © All Rights Reserved