Chi sono

Fotografo e non solo...

Mi chiamo Paolo Gargini, sono nato a Roma 36 anni fa, sposato e con due figli. Intraprendo la carriera di fotografo dopo molti anni passati nel mondo informatico, la passione per la fotografia diventa quindi il mio lavoro principale.

Inizialmente affianco alcuni matrimonialisti, mentre mi dedico alla fotografia di reportage, i ritratti e i paesaggi. In breve tempo il mio interesse si concentra sui ritratti e cerco di cambiare genere entrando nel mondo del fotogiornalismo. Inizio con la Infophoto di Milano per la quale seguo eventi di cronaca e attualità, dalle manifestazioni alla presentazione di nuovi film. All'inizio del 2014 entro a far parte della Imagoeconomica per la quale seguo i principali eventi legati al mondo della politica e dell'economia.

Rimango sempre legato al fascino dei ritratti, sia posati che rubati, per questo continuo con le cerimonie mentre approfondisco le conoscenze nel mondo del reportage. Il lavoro mi porta a collaborare con le maggiori aziende italiane per la realizzazione di servizi fotografici durante meeting aziendali ed eventi fieristici.

Filosofia fotografica

Con l'avvento del digitale si è resa necessaria la post-produzione che prende il posto dello sviluppo nell'epoca dell'analogico, personalmente trovo che la post-produzione debba essere utilizzata per rendere il più naturale possibile lo scatto. Può essere utilizzata per accentuare un messaggio che può essere drammatico o di enfasi ma non dovrebbe mai stravolgere la realtà.

Attrezzatura

Minolta e Sony...

Seguendo un corredo iniziato molti anni fa sono rimasto fedele a Minolta/Sony. La mia attrezzatura è tutt'ora mista con alcune lenti Minolta come il 28-70 G e i fantastici Zeiss come il 135 1.8. Durante le cerimonie cerco di lavorare con i fissi, ed oltre allo Zeiss la mia scelta preferita è il 50 1.4 Sony, lente modesta ma con la quale mi sono tolgo molte soddisfazioni.